Versione Stampabile della Discussione

Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale

Yggdrasill Forum - Forum Italiano su Tales of _ Alternative Reality _ I videogiochi sono arte o un passatempo e basta?

Inviato da: Ninjamaster il 9 Sep 2013, 12:31

Chiaramente per me che sono un grande appassionato i Vg sono una forma d'arte al pari di musica e cinema.Voi che dite?

Inviato da: Rowen J. Balory il 9 Sep 2013, 14:41

Bel topic, dipende dal genere di gioco e il parere è per lo più sogettivo, ma credo che molti giochi siano vere e opere d'arte chi naturalmente, chi opta per business..
Con soggettivo intendo spesso la trama (io sono pro jrpg con più di 100 titoli giocati per non dire quelli che conosco solo di nome) per cui posso essere più esperto in questo genere di giochi.
Arte è più facile da identificare nelle OST o nella grafica.
Da quello che dici tu, come storia dico immediatamente XS, la storia della trilogia così profonda e piena di cenni filosofici e religiosi è di certo qualcosa di epico
Come altri fattori a primo impatto mi viene in mente Unlimited Saga trama quasi inesistente ma per essere uno dei primi titoli su PS2 presenta grafica e musiche davvero mozzafiato.
Spostandomi un po' sull'action, altra opera d'arte ignorata è Nier trama e personaggi favolosi, musiche spettacolari ma criticato ingiustamente per la grafica e gameplay. O El shaddai che come action approva svariate scelte artistiche(devo ancora finirlo)

Ok, mi sono un po' allargato ma ripeto che per me i videogiochi, un po' tutti, POSSONO essere arte, non è certo che lo siano tutti o lo fanno per bene. tov_flynn_05_4.png

Inviato da: Aaron KoS il 9 Sep 2013, 18:55

Chi afferma che un videogioco non può in alcun modo, e mai potrà essere un opera d'arte sbaglia, e non lo dico da gamer e quindi "di parte" ma è un dato di fatto.

La divina commedia, è un "opera d'arte" riconosciuta in tutto il mondo super fantastica etc. E' un libro, quello che fa è raccontare una storia con stile, facendo immedesimare, e rendendo vive le parole. Libro.

Forest gamp. E' una opera d'arte, per quanto possa piacere o non picaere,, perchè racconta una storia in modo sublime, e la storia ha anch'essa una qualità ottima.

I videogiochi. Molta gente snobba i videogiochi, generalizzando, perchè sono giochi, ma in molti non tengono conto che i videogames sono semplicemente l'evoluzione dei libri, l'evoluzione dei film, ovvero delle storie dove puoi interagire e partecipare, per rendere ancora più viva la storia in certi casi, per partecipare ancora di più, e oltre ad avere l'intrattenimento, hai del divertimento (perchè intrattenimento e divertimento non sono la stessa cosa, un film può intrattenere, un film d'amore, però può non essere divertente).


Infine, al giorno d'oggi esistono libri davvero repellenti, schifosi orribili pessimo disgustosi da ribrezzo sia soggettivamente che oggettivamente. Cosìcome molti film fanno schifo. Così come molti videogiochi fanno schifo. Ma almeno il videogioco ha la parte gameplay: se la trama fa schifo e non intrattiene quella, può intrattenere e divertire il gameplay.

Inviato da: Yurai Namida il 9 Sep 2013, 22:01

Sono d'accordo e a volte è così facile accorgersi di quanto un videogioco possa essere ritenuto un'opera d'arte a tutti gli effetti. Così, sue due piedi, mi vengono in mente ICO, Shadow of the Colossus, Okami e Silent Hill. Questi giusto per citarne alcuni!

Più che altro a volte dispiace per come vengono sottovalutati. Dispiace anche vedere chi fa un "cattivo uso" dei videogiochi. (Ad esempio chi gioca saltando i filmati)

Poi certo, è inevitabile chiedersi l'uso che si fa del termine "opera d'arte" per potersi confrontare in maniera chiara. Io penso sia qualcosa il cui scopo sia risvegliare emozioni in chi la vive attraverso lo stimolo dei sensi e i videogiochi rientrano tranquillamente in questa descrizione.

Inviato da: Giob il 9 Sep 2013, 22:55

Sarà che avrò avuto 3 in lettere e 9 in matematica ed inglese, ma non riesco a concepire la Commedia come un' opera d' arte... Semplicemente è il libro scritto delle fantasie di un toscano gobbo brutto e vecchio, in TOSCANO, non in italiano, che tacchinava una che non gliela dava e per ripicca ha messo all' inferno nemici e alcuni nei gironi degli omosessuali per pura invidia o pettegolezzi...
Anche l' arte intrattiene, e devo dire che spesso ci si perde a non pochi imprechi a cercare i piedi del Cristo sotto quella porta costruita dai monaci.

Inviato da: Aaron KoS il 15 Sep 2013, 12:05

CITAZIONE(Giob @ 9 Sep 2013, 23:55) *
Sarà che avrò avuto 3 in lettere e 9 in matematica ed inglese, ma non riesco a concepire la Commedia come un' opera d' arte... Semplicemente è il libro scritto delle fantasie di un toscano gobbo brutto e vecchio, in TOSCANO, non in italiano, che tacchinava una che non gliela dava e per ripicca ha messo all' inferno nemici e alcuni nei gironi degli omosessuali per pura invidia o pettegolezzi...
Anche l' arte intrattiene, e devo dire che spesso ci si perde a non pochi imprechi a cercare i piedi del Cristo sotto quella porta costruita dai monaci.

Riuscire a narrare tutte quelle cose mantenendo la lunghezza di sillabe sempre uguale e mettendoci sempre rime, pieno di riferimenti, e cambiando lo stile a seconda della persona che parla o il girone/posto in cui ci si trova, è oggttivamente una opera d'arte. Il mondo che descrive Dante è il mondo che vedevano loro.
E' come se oggi io scrivessi una storia, di come la terra giri intorno al sole, della via lattea e la sua conformazione, usando la lingua che si usa oggi (ovviamente non avendo influenze di dialetti userei l'italiano, ma a quei tempi il fiorentino era molto diffuso in italia, se-non-chè, l'italia non era unita, quindi lui stava usando la lingua del suo paese). E tutta questa bella storia diventasse caccapupù perchè tra 600 anni le novità tecnologiche scopriranno che in realtà il sole non esiste, la via lattea è un buco nero, la terra è una biglia fertile, la lingua italiana o di derivazione latina è scomparsa e si parla una lingua a noi oggi sconosciuta, allora la mia storia cessa di essere una "opera d'arte"?

OOk, Dante scrive la storia benissimo, ma in se quello che scrive sono cazzate: può anche scrivere bene, ma se racconta di come l'orsetto ha preso il miele la storia rimane comunque stupida e noiosa, per fare un esempio. Ciononostante, quella di Dante è comunque una visione del mondo che era condivisa dai suoi compatrioti, quindi non dice cavolate o aria fritta.
Parlando della storia in se, l'inferno è bello, perchè incontra molti disgraziati sadici, ma poi nel purgatorio e paradiso diventa una noia mortale. La ritengo una opera d'arte in ogni caso.




Tornando ai videogiochi, tra le "opere d'arte" io ho Majora's Mask nella mia lista. Per ora è l'unica certezza (assieme ad Okami nominato da Yurai) che ho.

Fornito da Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)